Quando si incontrano le liste segmentate, si giunge ad un livello di paralisi dell’analisi.

Gli esperti di marketing si chiedono quando i dati diventano davvero troppi e cosa te ne fai una volta che li hai ottenuti? Si ha paura quindi di usare la segmentazione delle mailing list o complicare future campagne. Non c’è bisogno di temere la sovrapposizione dei dati e non c’è bisogno di complicare la campagna.

Per evitare la sovrapposizione dei dati, inizia con il primo filtro che usi per raccogliere i dati delle iscrizioni: il modulo di iscrizione della mail. Il modulo di iscrizione è il primo portinaio di domande. Qui è dove devi mantenerti semplice e sicuro. Non aver paura di richiedere le informazioni che ti servono ma non strafare. Le persone sono inclini a porsi troppe domande o non abbastanza.

Per trovare il giusto equilibrio, considera il tuo business, quello che offri, come potrebbe aiutare convertire i clienti e il tipo di informazioni necessarie per aumentare la visibilità. Sono disponibili articoli che ti guidano con le 25 domande da chiedere in un modulo di richiesta di iscrizione della mail.  Questa non è una planimetria ma piuttosto una pila di suggerimenti. Predi ciò che ti serve e lascia quello di cui non hai bisogno. Se fai troppe domande, scoraggerai l’utente a completare l’iscrizione (specialmente se tutti i campi sono obbligatori) e finirai con la sovrapposizione dei dati. Diciamo che ci sei quasi. Hai fatto le 25 domande e ora hai fin troppi dati che garantiranno la sovrapposizione delle liste. C’è un modo per gestire anche questo. Per prima cosa elimina ciò di cui non hai bisogno.

Se il tuo modulo di richiesta era del 2010 e ora siamo al 2016, posso garantirti da subito che hai le idee chiare su cosa avrai bisogno e cosa invece non avrai bisogno. Per cui tieniti sul sottile e pulisci attivamente i dati così da non trovarti tra le mani della variabili senza scopo. Poi ripulisci anche il tuo modulo di iscrizione.

Per quanto riguarda il trarre vantaggio dai dati sovrapposti, ci sono un paio di modi per gestire questa cosa. Prima di tutto, devi sapere che se stai inviando una campagna a un paio di liste con dati sovrapposti, la tua mail sarà inviata solo una volta, nonostante le liste sovrapposte. Per cui qui non c’è niente di cui aver paura.

Tuttavia, se stai inviando la stessa o una campagna di scissione, come campagne separate, allora la sovrapposizione sarà influenzata. Quella persona avrà campagne multiple. C’è un rivestimento d’argento qui. Aumenti le probabilità di ottenere click e riesci a vedere quale lista e quale campagna è più efficace nel ricevere la tua campagna. Usa liste segmentate con un’alta frequenza di sovrapposizione come test A/B personale per vedere quali stanno funzionando e quali no. Questo è utile specialmente se hai, diciamo 10-15 contatti sovrapposti in almeno un’altra sezione. Quando ciò accade, hai tra le mani un buon sondaggio e puoi vedere quali campagne stanno riscontrando risultati positivi più delle altre. È il test A/B ultimo perché stai cercando di utilizzare lo stesso gruppo fisso di focalizzazione per vedere come un gruppo di persone risponde in maniera differente alle diverse campagne.