Conversione Euristica – la nuova formula del marketing – di solito riguarda la vostra esperienza di marketing fatta nel guidare alla conversione. Ma se siete nel marketing, sapete che c’è un quadro molto più grande da considerare. La tua giornata non riguarda il singolo argomento di conversione. La tua giornata riguarda la tua disputa con l’ufficio marketing.

Quindi la domanda è come si può applicare il genio della conversione euristica all’intero reparto marketing? Contrariamente a quanto abbiamo detto finora riguardo la conversione euristica, quando si tratta del vostro reparto marketing, non avete necessità di guardare l’intera formula, ma le parti della formula, con “a” e “f” scissa dalle altre variabili per ottenere C. Quindi c’è un po’ di algebra e un rimescolamento dei valori, ma i valori sono sempre gli stessi.

Le prime figure che affrontiamo sono l’ansia e il fattore di attrito. La domanda è come si affronta nel vostro reparto?

Nel caso dei consumatori, “l’ansia è definita come qualsiasi disagio psicologico che un utente prova mentre stanno visitando un sito web in qualsiasi fase del ciclo di acquisto. L’ansia si traduce in nessuna azione di conversione presa. “

Il reparto può ancora essere visto come un consumatore, nel senso che i membri del team stanno consumando il back-end del vostro marchio – e che il marchio può essere definito come la gestione quotidiana del business. Ho lavorato in almeno 3 diverse agenzie di marketing e posso dire che il disagio psicologico è abbastanza un grande player disfunzionale in qualsiasi reparto marketing. Questo non vuol dire che il sentimento riflette il vostro marchio, società, valori o addirittura la capacità. Ciò significa che se il vostro team di marketing sta soffrendo psicologicamente – attraverso lo stress, l’incertezza, disinformazione, ecc… Allora hai un problema di ansia.

L’ansia è ancora il sintomo di un problema più grande, cioè l’attrito. Se il vostro reparto marketing soffre di attrito, allora si dovrà affrontare più di un semplice ansia. Altri risultati di attrito in questo reparto integrante includono la riduzione delle vendite, clienti insoddisfatti, e la produttività abbassata. Il dipartimento di marketing sono i mitocondri di qualsiasi attività commerciale; se soffre lo stesso farà l’intera cellula.

Quindi, cosa provoca esattamente attrito in un reparto di marketing?

Fortunatamente, la risposta a questa domanda è molto semplice: i processi. I processi sono una struttura necessaria anche negli ambienti più creativi, consentono la comunicazione senza soluzione di continuità tra le diverse parti.

Le persone sanno cosa aspettarsi, come comportarsi, a chi rivolgersi. Un processo è una guida o un modello di comportamento che porta fuori dell’equazione la comunicazione frenetica e il lavoro incerto. Sai dove si può essere creativi nel marketing, è un lavoro che consiste nel farsi venire idee. Ma un grosso del lavoro di marketing non è quello di essere creativo – si tratta di gestire la creatività e le aspettative, ed è lì che i processi entrano in ballo.

Avere un processo in corso riduce di molto l’ansia tra i membri del team dell’ufficio marketing. Non sono dissanguati da ciò che è essenzialmente inutile e irragionevole. È probabile che si dispone di un team di grande talento, ma l’ansia nel reparto sta trattenendo potenziale. Affronta il fattore attrito e avrai  affrontato l’ansia.