Il primo passo da compiere per cercare di incrementare la percentuale di click (CTR) delle tue email è segmentare adeguatamente la tua lista/e. Come accennato nel mio post precedente, riguardo a come incrementare il ROI atteso per l’email marketing, inviare alle persone giuste può contribuire notevolmente a consolidare i tuoi numeri e ottenere statistiche più accurate sui tuoi iscritti. Una volta certo di inviare al gruppo di utenti interessati, ecco sei suggerimenti per aiutarti ad ottenere il più alto tasso di click.

1. Dritti Al Punto – Una Call-to-Action (CTA)

Assicurati di essere chiaro e diretto nelle tue email. Quando un iscritto apre la tua email, più velocemente ne apprende il contenuto, maggiori saranno le probabilità di coinvolgerlo. Ovvero, non provare a scrivere una email di 12 pagine e assicurati di focalizzarti su un solo prodotto o quantomeno su un tema specifico. Provando a vendere più prodotti per volta in una singola email, non farai altro che sovraccaricare l’utente.

Ad esempio, se hai un negozio di scarpe, e hai diversi tipi di scarpe da mettere in vendita (sportive, eleganti, casual, ecc.), puoi creare un’email mirata per ognuno di essi ed inviarla ad un segmento della tua lista che potrebbe essere più incline a comprare quel tipo di scarpa.

Offrire un numero limitato di opzioni permette all’utente di prendere rapide decisioni più facilmente. I promotori che hanno messo in atto questo suggerimento, hanno visto raddoppiare il proprio CTR. Così facendo, conoscerai molto meglio i tuoi iscritti. Se non cliccano su un’email specifica, ciò ti sarà maggiormente d’aiuto, rispetto a quando non aprono un’email in cui offri tutti i tuoi prodotti. Se offri tutti i tuoi prodotti, potrebbero non aprirla semplicemente perchè l’email era troppo impegnativa.

2. Call-to-action Ben Visibili

Non appena apro la tua email, dovrei vedere l’offerta e la call-to-action. Ciò vuol dire, che devi testare la tua email su PC e dispositivi mobile per accertarti che queste sezioni si trovino in alto. Quando il tuo iscritto scorre tra le proprie email, deve vedere qualcosa che catturi il suo sguardo.

Suggerisco inoltre, di inserire più di una CTA in più punti della tua email, e ancora, assicurati che esse siano ben visibili. Utilizza il nostro blocco Pulsante per far risaltare la tua CTA! Consiglio vivamente di inserire almeno una call-to-action in alto, e un’altra verso la fine della tua email. Immagina di vendere degli zaini e di avere un’offerta speciale per uno dei tuoi nuovi modelli.

Questa email è in grado di mettere in evidenza lo zaino in cima, con una call-to-action. Mentre scorri l’email, puoi segnalare caratteristiche specifiche del prodotto tramite una CTA, posizionata proprio di fianco ad ognuna di esse. Questo incrementerà le probabilità di click, perché non appena una di esse suscita l’interesse dell’iscritto, egli avrà subito un pulsante a disposizione per procedere all’acquisto. Inoltre, ciò ti aiuterà a comprendere meglio cosa ai tuoi iscritti piace maggiormente del tuo nuovo prodotto, controllando quale caratteristica ha portato al maggior numero di click.

3. Rendi Le Tue Email Social

Si tratta di qualcosa che credo essere già nota a tutti, ma per ogni eventualità, assicurati che vi siano, nelle tue email, opzioni per la condivisione sui social! I tuoi iscritti utilizzano svariati social, fai in modo che vi possano condividere i tuoi contenuti. Anche se si tratta solo del pulsante “Mi piace”, se vi cliccano, i loro amici lo vedranno e dunque potranno incuriosirsi, e cominciare a condividere, e prima che tu te ne accorga avrai il magazzino vuoto! Ok, può trattarsi di un’esagerazione, un caso limite, ma guarda quanto il social sharing ha funzionato per compagnie com Dollar Shave Club o Poo-Pourri. Se non provi, non puoi saperlo.

4. Offerte Locali

Le aziende dovrebbero tenere a mente che i clienti, se ne hanno l’opportunità, preferiscono sempre acquistare in un negozio locale (anche online) perché ciò gli dà una sensazione di sicurezza. Se qualcosa va storto, sentono come se un negozio locale fosse più incline a sistemarlo. Se possiedi molti negozi, fa sì che inviino localmente offerte ai propri iscritti e assicurati che essi condividano tale orgoglio locale! Questo incrementerà sia il coinvolgimento che la fedeltà al tuo marchio

5. Periodo Limitato

Quando si tratta di click, il periodo limitato funziona alla grande! Se un iscritto ha a disposizione un mese intero per aprire la tua offerta, è probabile che se ne dimentichi. Le email a periodo limitato creano letteralmente una separazione tra clienti e compratori. Una nota a riguardo: a volte vedo aziende che inviano email con sconti, a periodo limitato. Se la prima non sortisce alcun effetto, viene inviata un’altra email con uno sconto più netto. Sii cauto, dal momento che è bene non abituare il cliente ad aspettare sempre la “prossima email” per uno sconto maggiore.

6. Per i Blogger: Non Mollate Subito Al Primo Tentativo

L’email è un po’ come un appuntamento. Devi tastare il terreno prima di andare fino in fondo. E credimi, è così che si sentono i tuoi iscritti. Per questa occasione, assicurati di impostare un percorso chiaro riguardo al perché stai inviando email ai tuoi iscritti. L’idea di base è quella di portarli sulla tua pagina, giusto? Se offri l’intero contenuto del tuo blog nella email, non ci sarà più alcuna ragione per visitare il tuo sito. Realizza una email con brevi cenni ai tuoi post della settimana/mese ed aggiungi delle call-to-action per proseguire la lettura. Proprio come per la vendita dei prodotti, questo contribuirà a darti un’idea più chiara riguardo a quali blog suscitano maggiormente l’interesse dei tuoi iscritti. Manterrà inoltre le tue email chiare e semplici da leggere.

Spero che queste 6 dritte possano aiutarti con il tuo CTR! Sentiti libero di postare domande o commenti in basso, riguardo alle tue esperienze in merito al CTR.