La targetizzazione delle liste email consente di concentrare le tue campagne di email marketing su specifici profili di contatti. Eppure si fa spesso confusione su quali sono gli effettivi vantaggi di questa operazione. Proviamo qui a discutere su questo problema in modo tale anche da stimolare alcune nuove idee su come creare campagne email più efficaci.

Primo Passo. Impostazione Filtri

Per creare buone liste email bisogna da subito fare in modo di suddividere i contatti e segmentarli in differenti categorie in base alla loro sorgente o provenienza di iscrizione e alle informazioni che l’utente lascia durante l’iscrizione (ad es. info su età, sesso, ecc..).

Andiamo avanti. Oltre a classificare gli iscritti cerca di creare profili per ciascuno di essi sulla base dell’interazione che ha avuto con la tua azienda o organizzazione. Puoi ulteriormente delineare il suo profilo facendo un’analisi delle sue preferenze mostrate in passato.Quando avrai un profilo dei tuoi clienti sarai in grado di effettuare un marketing predittivo che consente di anticipare le esigenze dell’utente in base ai pattern di acquisto. In questo modo, usando una strategia di analisi dei dati in tuo possesso sfrutterai al meglio gli strumenti di email marketing e migliorerai il tuo business e la fedeltà dei consumatori.

Crea campagne sulla base degli acquisti effettuati

Il tuo email marketing può essere reazionario. Piuttosto che fare sempre affidamento su email che parlano di quello che fai tu, prova a inviare messaggi in base a quello che i clienti hanno fatto in passato. Ad esempio puoi analizzare la spesa totale per cliente e creare una lista di alto-spendenti. Facciamo il caso ad es. di isolare tutti coloro che hanno speso almeno $500 nel mese scorso. Analizza chi sono questi clienti e crea una lista e una campagna targetizzata per ringraziarli offrendo un coupon da spendere su 2-3 prodotti che ritieni possano essere di loro interesse. Naturalmente potranno spendere il coupon su qualsiasi cosa, ma mostrando dei prodotti correlati aiuterà a generare più vendite.

Monitora il comportamento dei clienti durante il processo di acquisto

Rivedi il processo di acquisto del tuo carrello. Molti negozi online tengono traccia dei prodotti che un utente prova a comprare. E se l’acquisto non viene completato viene inviata una campagna di email marketing per incoraggiare a completare l’acquisto. Per fare le cose per bene potrai tenere traccia del punto esatto dove i tuoi clienti hanno abbandonato il carrello in modo da inviare loro la giusta comunicazione e cercare di portare a termine la conversione.

Sfrutta gli strumenti di reporting

Non basta vedere i tassi di apertura e clic. Quando inserisci collegamenti nelle campagne di email marketing, potrai vedere quali link sono stati cliccati. Avere accesso a queste informazioni ti dà un’altra importante indicazione su quello che vogliono i lettori – e potrai quindi inviare future email in base alle loro preferenze e gusti