Ci siamo lasciati alle spalle uno degli anni più strani della nostra vita per accogliere un 2021 pieno di speranza e positività (quella bella).

Con l’inizio dell’anno, arriva il momento in cui molti di noi propongono le strategie che seguiremo durante questo nuovo anno. Analizziamo, fissiamo obiettivi e pensiamo ad azioni concrete che ci aiutino a raggiungerli.

Per aiutarti con la tua strategia, in Benchmark abbiamo voluto raccogliere qui le tendenze del marketing digitale che saranno fondamentali nel 2021.

INDICE

TENDENZE GENERALI DI MARKETING NEL 2021
TENDENZE DEI SOCIAL MEDIA 2021
TENDENZE DEL EMAIL MARKETING NEL 2021
TENDENZE SEO DEL 2021
TENDENZE DEL CONTENT MARKETING NEL 2021
ALTRE TENDENZE CHE NON DEVI LASCIARTI SCAPPARE

 

TENDENZE GENERALI DI MARKETING NEL 2021

1. Ci sará una maggiore attenzione sulla privacy

Sebbene si parli di privacy degli utenti da diversi anni, è ancora uno degli argomenti più rilevanti nel marketing digitale.

Con utenti sempre più informati, sarà necessario stabilire nuove modalità di monitoraggio e conversione dei lead per misurare l’efficacia delle campagne online senza invadere la privacy in qualsiasi momento.

Una delle previsioni per il 2021 è che i cookie di terze parti verranno gradualmente eliminati. Avremo bisogno di stabilire il nostro sistema di etichette e tracciamento che riceva il consenso dell’utente in ogni momento e che memorizzi i dati in un luogo sicuro.

2. Automatizza per acquistare fiducia

Il comportamento dei consumatori è cambiato drasticamente nell’ultimo anno, motivo per cui i marchi devono adattarsi per soddisfare tali aspettative.

Le automazioni del marketing entrano in gioco per aiutare le aziende a diventare più efficienti, veloci e affidabili, soddisfacendo così le esigenze di un consumatore che cerca immediatezza nel digitale.

Cosa vedremo nel 2021? Più chatbot per il servizio clienti, più sistemi di completamento automatico, più servizi per ordini ricorrenti o personalizzati. L’esperienza del cliente sarà ottimizzata al massimo.

3. Marketing personalizzato

Siamo nel 2021 e stiamo ancora parlando della necessità di personalizzare? Sì, il marketing personalizzato è diventato essenziale in qualsiasi strategia.

Il 63% dei consumatori dichiara di essere infastidito dal ricevere promozioni generalizzate e l’80% afferma di preferire acquistare i propri prodotti da un’azienda che offre un’esperienza di acquisto personalizzata.

È giunto il momento di dimenticare definitivamente le newsletter generali e iniziare a sfruttare tutte le informazioni che abbiamo sui nostri clienti o lead per dare loro ciò di cui hanno veramente bisogno. Come farlo? La segmentazione della lista sarà il tuo punto di partenza.

4. Le notifiche PUSH diventeranno piè comuni

L’attenzione degli utenti durante la navigazione in Internet è minima. In soli 8 secondi sono in grado di decidere se qualcosa gli interessa o meno e questo è uno dei motivi principali per cui i formati piccoli come le notifiche push hanno i CTR più alti.

Cosa sono le notifiche push? Sono messaggi istantanei che ricevi sui tuoi dispositivi, come promozioni SMS sul tuo cellulare o le notifiche che ricevi sul tuo browser.

Queste tipologie di notifiche saranno ancora più utilizzate nel 2021, soprattutto per aumentare la frequenza con cui gli utenti visitano il tuo sito web, pur evitando sempre di invadere la privacy o infastidire la persona dietro lo schermo.

5. L’aumento dei social commerce

Il 2020 ha fatto crescere l’e-commerce e i social media come mai prima d’ora e utilizzando i due insieme potrai raggiungere i tuoi obiettivi nel 2021.

Instagram ora ti consente di acquistare e vendere senza lasciare l’applicazione con Instagram Checkout. Tieni presente che oltre il 90% degli utenti di questo social network segue già i negozi e visita spesso i loro profili.

Quindi ora è il momento di iniziare a creare i cosiddetti “shoppable post“. Pubblicazioni dalle quali in pochi click l’utente può concludere l’acquisto.

Fonte: Instagram for Business

6. Dal marketing degli influencers ai brand ambassador

I marchi utilizzano da anni gli influencer dei social media per presentare i loro prodotti o servizi nel modo più appetibile per gli utenti. La situazione eccezionale della pandemia ha fatto si che l’impatto degli influencer sugli acquisti si sia ampliato ancora di più e che i brand abbiano la necessità di evolvere le proprie strategie.

Nel 2021 vedremo più profili di Brand Ambassador o “sostenitori del marchio” invece di collaborazioni una tantum.

Perché? I contenuti generati dagli utenti sono molto più attraenti dei post che tutti sappiamo essere pubblicitari. Agli utenti piace vedere a quali marchi o aziende gli influencer si affidano nella loro vita quotidiana e un modo per farlo è essere il “marchio di fiducia” di quella persona e quindi diventare un ambasciatore.

7. Continueremo ad avere micro influencer

Anche se si scommetterà su collaborazioni a lungo termine e influencer come ambasciatori del marchio, non significa che nel 2021 dimenticheremo le collaborazioni con micro influencer.

I micro influencer sono quelli che hanno meno di 100.000 follower e offrono agli inserzionisti un tasso di coinvolgimento più elevato e possono essere uno strumento perfetto per le piccole e medie imprese.

Avendo un pubblico più piccolo, la relazione tra l’influencer e gli utenti è molto più stretta. I follower li considerano degli esperti del settore e tendono a fidarsi maggiormente dei consigli. Può essere una buona opzione se nel 2021 stai cercando di introdurre nuovi prodotti o marchi in un settore specifico.

8. I blocker della pubblicità saranno più frequenti

Si stima che circa il 27% degli utenti di Internet utilizzerà un blocco degli annunci nel 2021, impedendo così alle campagne pubblicitarie di avere un impatto come pianificato nella strategia.

Quest’anno, gli esperti di pubblicità online dovranno trovare nuovi modi per aggirare questi blocchi in modo che sia gli inserzionisti che i canali non perdano ritorni sulle azioni digitali.

9. I chatbot continueranno a crescere

Nel 2020, oltre l’80% del servizio clienti online è stato svolto tramite chatbot. E nel 2021 la tendenza continuerà a reggere.

L’obiettivo delle aziende nel nuovo anno sarà quello di stabilire una conversazione più umana con gli utenti attraverso messaggi automatici. Attraverso l’analisi delle interazioni precedenti, si cercherà di creare un linguaggio molto più adatto a risolvere i dubbi più frequenti senza la necessità di avere persone reali dietro lo schermo.

Se sei nuovo all’argomento chatbot, forse dovresti informarti sulle opzioni di Facebook Messenger o consultare altri strumenti che ti aiuteranno a configurare i chatbot nel tuo sito web, come per esempio Intercom o Live Chat.

10. Eventi virtuali e formazione online

Uno degli elementi che la pandemia ha portato nelle nostre vite in modo molto più comune sono gli eventi digitali, che continueranno a essere una delle principali tendenze di marketing per il 2021. Passare da un evento fisico a uno digitale non è facile, e rimane ancora una sfida per molte piccole e medie imprese. Fortunatamente, esistono già molte piattaforme che possono aiutare a facilitare questo percorso, come HeySummit o SpotMe.

Questi tipi di azioni sono principalmente focalizzati sull’acquisizione e la maturazione di lead, qualcosa che è essenziale in qualsiasi strategia di marketing digitale.

11. La pubblicità su Spotify diventa più facile

Spotify ti semplificherà la vita nel 2021 con la sua nuova piattaforma pubblicitaria Studio Ads. Il programma di streaming musicale più popolare ha lanciato la propria soluzione pubblicitaria per creare annunci simili a quelli che abbiamo già su Facebook o Google Ads.

Con Studio Ads puoi includere annunci con video, audio o immagini in modo segmentato per avere un impatto sugli utenti di Spotify.

A settembre 2020, Spotify aveva già più di 320 milioni di utenti attivi al mese, tenendo conto che durante il 2021 continueremo a trascorrere più tempo a casa consumando sia musica che altri contenuti, questo formato pubblicitario potrebbe essere la chiave del successo della tua strategia.

Fonte: Campaign UK

12. Pubblicità programmatica e automatizzata

Ci sono studi che affermano che entro il 2021 l’80% della pubblicità sarà automatizzata. Molte aziende, come Facebook o Google, stanno già lavorando alla creazione di algoritmi pubblicitari che si occupano di gestire campagne, modificare promozioni, segmentare il pubblico …

Sicuramente avete già sentito parlare di big data, e cioè che i dati sono sempre più protagonisti nel marketing digitale e la pubblicità programmatica sta già cominciando ad essere presente in alcuni canali come: piattaforme di streaming, wearables (dispositivi come gli smartwatch, per esempio).

L’automazione della pubblicità sarà una delle tendenze del marketing digitale che maggiormente aiuterà a facilitare l’implementazione delle azioni e delle strategie delle aziende.

13. I marchi scommettono sulla sostenibilità

Elementi come la responsabilità sociale o la sostenibilità acquisiranno ancora più importanza nel processo decisionale dei consumatori. Sebbene questa tendenza fosse già presente negli anni precedenti, a partire da marzo 2020 ha accelerato e trasformato i consumatori in utenti più consapevoli ed esigenti alla ricerca di aziende e marchi più responsabili.

Come lo affronteranno i brand? Ad esempio, gli e-commerce scommetteranno su strategie di spedizione e imballaggio più sostenibili per continuare ad aumentare le loro vendite online valorizzando il rispetto per l’ambiente.

14. Il marketing omnichannel per la tua strategia di lead nurturing

Nel 2021 non dovresti pensare che il lead nurturing sia fatto solo tramite e-mail. È qui che entra in gioco il marketing omnichannal, ovvero l’uso di canali digitali e tradizionali per inviare messaggi pertinenti ai tuoi potenziali clienti.

Dovresti essere in grado di offrire ai tuoi lead un’esperienza completa in cui possono spostarsi e interagire con la tua attività sia digitalmente che offline senza alcuno sforzo.

Come può essere applicato? Per i negozi fisici che hanno anche una presenza online, pensare all’omnichannal può significare offrire all’utente la possibilità di conoscere lo stock di un prodotto dal proprio cellulare mentre è di persona nel punto vendita, o sapere se un prodotto si trova li vicino.

 

 

TENDENZE DEI SOCIAL MEDIA 2021

15. Aumenterà il budget assegnato ai social media

Se c’è qualcosa che abbiamo imparato tutti dal 2020, è la necessità di concentrare gli sforzi sulla digitalizzazione delle aziende. E i social network saranno nella maggior parte dei casi i più avvantaggiati.

I budget per i social media sono cresciuti del 24% nella seconda metà del 2020 e si prevede che continueranno a crescere durante i primi mesi del 2021.

A causa della situazione attuale, gli utenti trascorrono più tempo online e questo ha influito anche sul modo in cui cercano prodotti o scoprono nuovi marchi. Nel 2021 le aziende vorranno fidelizzare l’utente con i propri contenuti sui social, e questo ovviamente richiede uno sforzo maggiore e maggiori investimenti.

16. Il video continuerá ad essere il re

Dopo quello che è successo nel 2020, non c’è dubbio che il video continuerà a dominare gli schermi dell’intera popolazione. È il modo più popolare per i clienti di apprendere e scoprire nuovi prodotti.

I consumatori vogliono vedere i contenuti video sui social network, e non stiamo parlando solo di YouTube, che continuerà a essere uno dei canali preferiti per investire nella pubblicità online. Con l’arrivo di TikTok o Instagram Reels, non sarà più necessario un budget elevato per creare contenuti di qualità che generino engagement. Verrà richiesto ai grandi marchi di seguire le tendenze, velocità e trasparenza.

17. Continuemo con le storie nei social media

Da quando Snapchat ha lanciato il concetto di “Storie”, quasi tutti i social network si sono uniti e lo hanno incluso nella loro interfaccia: Instagram, Facebook, WhatsApp, Twitter … Anche YouTube o LinkedIn.

La mania per contenuti brevi, effimeri e verticali continuerà nel 2021. Perché dovresti includere storie sui social media nella tua strategia di marketing per il prossimo anno?

  • Ti aiuteranno a creare una maggior consapevolezza per il tuo marchio ampliando la portata dei tuoi contenuti.
  • Puoi creare engagement con i tuoi follower attraverso elementi interattivi come i sondaggi di Instagram.
  • Non avrai bisogno di un grande investimento per creare contenuti di qualità
  • È l’occasione perfetta per interagire con il pubblico.

18. Pubblicità self-service in Tik Tok

Se non hai ancora incorporato Tik Tok nella tua strategia di marketing, stai perdendo tempo. Questo social network ha raggiunto più di 300 milioni di download nel 2020 e sta cominciando a smettere di essere un social network solo per giovani e adolescenti.

Inoltre, qualche mese fa ha aperto una propria piattaforma pubblicitaria con un formato self-service, simile a quello che possiamo già utilizzare su Facebook o LinkedIn. Hai la possibilità di creare annunci originali e creativi seguendo lo stile della piattaforma, aggiungere elementi interattivi e, infine, connetterti facilmente con il pubblico per aumentare il tuo ROI.

Fonte: ads.tiktok.com

19. Realtà aumentata e giochi sui social media

Dai filtri di Instagram ai minigiochi interattivi di Snapchat, la realtà aumentata non è il futuro, nel 2020 è già stato il presente. E il fatto è che ogni anno ci sono sempre più utenti di social media che si identificano come “giocatori”, quindi i marchi devono imparare a connettersi con loro all’interno del proprio terreno.

La gamification dei contenuti e la creazione di filtri di realtà aumentata da parte di brand e grandi aziende continuerà a crescere nel 2021.

20. I brand saranno “live”

Se nel 2019 uno su cinque video di Facebook era una live, immagina cosa è successo nel 2020 quando dovevamo essere tutti più digitali che mai.

Sempre più brand utilizzano Instagram, YouTube, Facebook o Twitter per organizzare eventi, Q&As (domande e risposte), tutorial, interviste e molti altri contenuti in modalità live.

E sì, questo trend continuerà nel 2021. Questo tipo di contenuto consente ai marchi di connettersi con il pubblico in modo personale e di offrire loro contenuti di intrattenimento facili da fruire.

 

 

TENDENZE DEL EMAIL MARKETING NEL 2021

21. Riscopriremo il valore del email solo testo

Potrebbe essere il momento di lasciare indietro quei modelli HTML che hanno richiesto molto tempo di progettazione. In molti casi, le email composte solo da testo possono svolgere la stessa funzione e consentire alle aziende di risparmiare tempo e fatica.

Inoltre, quando un utente riceve una di queste semplici email, ha la sensazione di essere più vicino all’azienda o al rappresentante commerciale che lo contatta, poiché è il tipo di comunicazione che di solito si fa tra conoscenti. L’utilizzo di email di testo semplice diventerà essenziale soprattutto nelle strategie di lead nurturing che utilizzano l’automazione dell’email marketing.

22. Utilizzeremo contenuti dinamici per personalizzare le azioni

Se lavori già con l’email marketing, saprai che la personalizzazione è la chiave per avere successo nelle tue campagne. Le email con un oggetto personalizzato hanno il 26% di probabilità in più di essere aperte secondo Campaign Monitor.

E nel 2021, dove l’email marketing continuerà ad avere una grande influenza su tutte le strategie, questo diventa ancora più importante. Ma non sarà sufficiente aggiungere solo il nome dell’utente nell’oggetto o il testo dell’email.

I consumatori vogliono contenuti personalizzati al 100% che forniscano loro solo informazioni rilevanti e sentono che l’email è fatta esclusivamente per loro. Come si può fare? Utilizzo di contenuti dinamici e una buona segmentazione delle liste.

23. Utilizzo di colori brillanti nel email marketing

Sebbene possa sembrare che contraddiciamo la tendenza di utilizzare le email di solo testo, è anche necessario dedicare una parte del nostro impegno per adattare i nostri contenuti alle tendenze del design che meglio attireranno l’attenzione degli utenti.

Se invii campagne di email marketing utilizzando modelli, layout e immagini, includi colori audaci e luminosi.

L’uso di colori forti e vivaci può aiutarti nel 2021 a portare più coinvolgimento e conversioni. Possono aiutarti ad aumentare il riconoscimento del marchio e aumentare le percentuali di clic.

Fonte: reallygoodemails.com

 

 

TENDENZE SEO DEL 2021

24. Le ricerche vocali saranno ancora piú presenti

Sebbene le ricerche vocali non facciano ancora parte dell’algoritmo di Google, stanno già iniziando a fornire risultati diversi rispetto alle ricerche scritte. È qui che il SEO nel 2021 deve mettere le batterie.

Il contenuto nel 2021 dovrebbe essere ottimizzato specificamente per le ricerche vocali, con un tono molto più diretto e colloquiale per rispondere correttamente alle domande che l’utente pone dal proprio cellulare o dal proprio assistente vocale.

25. Ricerche visive

Nel 2021, la fotocamera dei nostri telefoni diventerà una barra di ricerca. Secondo Social Media Today, oltre il 60% dei millennial è più interessato alle capacità della ricerca visiva che a qualsiasi altra tecnologia. Ed è che se nel 2021 vuoi superare i tuoi concorrenti, dovrai adattare i tuoi contenuti alle ricerche visive.

Cosa sono le ricerche visive? L’utente carica un’immagine per cercare prodotti simili o correlati.

Attualmente ci sono diversi strumenti che già applicano questo sistema come Google Lens o Pinterest Lens. Quest’ultimo caso è ancora più speciale, dal momento che Pinterest permette ai suoi utenti di caricare un’immagine e trovare dove acquistare i prodotti che compaiono in essa o pin relativi a quello stile.

26. SEO locale e Google My Business

Ormai sappiamo tutti che la SEO è fondamentale e continuerà ad esserlo nel 2021, ma soprattutto sarà fondamentale per le imprese locali.

Le piccole e medie imprese nelle città hanno avuto la necessità di rinnovarsi nel corso del 2020 per adattarsi espressamente alle abitudini di un pubblico digitale.

Qual è la prima cosa che devi fare nel 2021? Avere un profilo verificato e ottimizzato all’interno di Google My Business in cui puoi anche offrire informazioni aggiuntive e offrire semplici modi di contatto per gli utenti.

 

 

TENDENZE DEL CONTENT MARKETING NEL 2021

27. Vedremo contenuti più interattivi

Gli utenti penseranno prima ai marchi con cui hanno interagito. Nel 2021, il content marketing non dovrà solo essere di qualità e rilevante per loro, ma dovrà anche essere in grado di offrire una forma di interazione che fornisca un valore reale.

Un esempio? Immagina che la tua azienda sia dedita al settore immobiliare, l’ideale sarebbe avere uno strumento disponibile sul tuo sito web per calcolare velocemente il mutuo o magari un’applicazione che ti permetta di visualizzare come saranno alcuni mobili all’interno di una casa, come Ikea ha fatto qualche tempo fa.

28. Il contenuto generato dall’utente è il nuovo passaparola

I contenuti generati dagli utenti possono essere video, storie, recensioni, post … praticamente qualsiasi tipo di contenuto che un cliente carica parlando di un marchio specifico.

Questo è il nuovo modo in cui un utente consiglia un prodotto ai propri conoscenti. Se ama un ristorante, non scriverà ad un amico, caricherà una storia taggando il ristorante in modo che tutti i suoi follower possano conoscerlo.

I brand nel 2021 devono essere in grado di controllare questo contenuto, misurarne l’impatto e sfruttarlo al meglio per ottenere visibilità. Non si tratta solo di aggiungere i post in cui vieni menzionato, durante quest’anno sarà necessario trovare metodi nuovi e più creativi per queste interazioni. Un buon esempio è la campagna del nuovo modello di BMW creata con i commenti presenti sui social.

29. Migliora l’esperienza con i contenuti

Sicuramente ti è capitato di fare clic su un articolo che hai trovato interessante ma hai abbandonato la pagina per la quantità di pop-up e annunci presenti. Nel 2021 non ti basta solo creare contenuti e posizionarli, dovrai anche regalare all’utente un’esperienza piacevole.

Il modo in cui un utente interagisce con il contenuto può essere ancora più importante del contenuto stesso. Come migliorarlo? Puoi utilizzare un’interfaccia interattiva, revisionare costantemente le tue guide o modificare gli articoli tenendo presente i principi di usabilità.

30. I marchi inizieranno a seguire gli utenti e non il contrario

Durante il 2020, i marchi hanno imparato ad entrare in contatto con i propri clienti. La condivisione dei legami emotivi con i consumatori è diventata fondamentale per l’immagine del marchio.

Qual’è il prossimo passo? Arriverà il momento in cui le aziende dovranno essere quelle più attente che mai a ciò che il loro pubblico fa nei diversi canali online. Non sarà più il brand a creare tendenza, ma dovremo monitorare ciò che gli utenti vedono, leggono o fanno per aprire una conversazione. Dovranno unirsi a quel meme, a quella gif o a quella sfida di Tik Tok che sta diventando virale.

Nel 2021, i marchi lasceranno che i loro consumatori guidino la loro strategia di contenuto. Un chiaro esempio sono le azioni svolte da KFC Spain su Twitter durante il 2020, consentendo al suo social media manager di immergersi completamente in ciò che il suo pubblico stava seguendo.

 

 

ALTRE TENDENZE CHE NON DEVI LASCIARTI SCAPPARE

  • VIRALJACKING
    • Dopo il newsjacking, arriva il viraljacking. Strettamente correlato a questa tendenza a concentrare i contenuti su ciò che l’utente sta già consumando. Questo termine si riferisce all’uso di contenuti virali per convertirli e trasformarli in contenuti di brand.
  • ACQUISTI IN-MAIL
    • Abbiamo già parlato di social shopping all’interno dei social network, ma quest’anno vedremo crescere anche gli acquisti in mail. Si tratta di email che ti consentono di effettuare un acquisto diretto dall’email stessa.
  • AUTOMAZIONI
    • Il 75% dei marketer utilizza già uno strumento di automazione del marketing (Social Media Today). Nel 2021 questa tendenza continuerà ad aumentare, soprattutto per le piccole e medie imprese che cercano di implementare una strategia di marketing digitale completa.
  • TIK TOK
    • TikTok è stata l’app più scaricata del 2020 e in questo nuovo anno sarà strano non trovarla all’interno del piano social della maggior parte dei brand. È tempo di mettere in pratica la creatività e imparare la lingua parlata su questo social network per entrare in contatto con la prossima generazione di consumatori.

 

Hai bisogno di uno strumento completo per implementare la tua strategia nel 2021?

Conta su Benchmark se desideri inviare campagne di email marketing, implementare automazioni o progettare landing page e pop-up. Crea il tuo account gratuito qui.