Permettimi una domanda: tu sai cosa significa formattare una Email? Se hai risposto NO… sei in buona compagnia! 😉

Non puoi nemmeno immaginare quante persone si dedicano alla stesura di un testo, ideandolo, correggendolo eccetera e poi non dedicano il tempo necessario ad applicare una corretta formattazione.

E’ un po’ come se tu trascorressi interi anni della tua vita a scrivere un libro stupendo, e poi al momento della scelta della copertina, decidessi di scegliere un carta di qualità scadente, scrivendovi sopra il titolo a mano!

Beh, anche se non ci crederai, sappi che molte persone fanno la stessa cosa con le loro newsletter.

Anche se il contenuto è interessante, la gente non è attratta e motivata a leggere a causa della bassa qualità dell’aspetto grafico o di errate formattazioni.

In questo modo le persone possono pensare che anche il contenuto della newsletter sia scadente tanto quanto la sua preparazione.

Come riconoscere una Email con una errata Formattazione?

Semplice: hai ricevuto mail letteralmente “a pezzi”?

Voglio dire una o due parole in una linea ed altre sette o otto in un’altra, o dove le parole iniziavano in una linea e terminavano in un’altra? Oppure (ho visto anche questo….) tutto il testo era su una UNICA, lunghissima riga?

Questi tipi di mail sono molto difficili da leggere e hanno un aspetto davvero poco professionale, ovvero DEVI imparare a formattare i tuoi messaggi.

Puoi iniziare leggendo le istruzioni del tuo sistema di e-mail marketing, ad esempio, gli utenti di Benchmark Email hanno a disposizione tantissimi strumenti utili proprio per creare formattazione perfette senza avere alcuna esperienza tecnica.

Sono disponibili anche dei modelli preimpostati grazie ai quali potrai semplicemente sostituire i blocchi di testo per ottenere un risultato gradevole, accattivante e soprattutto perfettamente leggibile dai tuoi utenti.

 

Le email di solo testo

Anche se potrà sembrarti una cosa strana, molte aziende preferiscono usare e-mail di solo testo. Proprio così, semplici e-mail testuali, senza particolari formattazioni, senza immagini, bande colorate, loghi etc…

Il motivo è molto semplice: la scrittura di una e-mail di questo tipo richiede meno tempo , ma se ben congegnata risulta particolarmente efficace e soprattutto non offre distrazioni al lettore.

La caratteristica che contraddistingue le e-mail di solo testo efficaci è appunto la loro particolare formattazione, che, come potrai verificare tra poco, richiama direttamente lo stile dei quotidiani cartacei, ovvero la disposizione del testo in colonne.

Vediamo come fare nel dettaglio e quali strumenti utilizzare per farci aiutare.

A grandissime linee, è bene evitare di inserire più di 65 caratteri per riga, così da evitare che le linee si spezzino e che ricordino la modalità “a colonna” che poi è la stessa utilizzata dai quotidiani.

Per farlo basta digitare il tasto ‘enter’ alla fine di ogni sessantacinquesimo carattere, ma è ovvio che diventa quasi subito un’impresa impossibile, vero? 🙂

Nessun problema, come sempre Internet ci viene in aiuto con un programmino gratuito che si chiama EDITPadLite che permette di eseguire questa operazione….. e molto di piu’! (NB:  EDITPadLite è disponibile solo per Windows ma ci sono molte alternative anche per gli utenti Mac, basta fare qualche ricerca…)

 

PROCEDURA

1- Scarica e installa il Programma

2- Vai alla sezione Options e seleziona Configure File Types e inserisci il numero 65 nella finestrella (quella a destra della freccia)

Ovviamente puoi decidere di modificare questo numero, c’è chi usa 60 caratteri, chi 58 e chi 55.

Dipende dal TUO gusto personale, fai qualche prova e vedi quale risultato ti piace di più, ma di sicuro avrai messaggi formattati correttamente facilmente leggibili.

 

Ho lasciato per ultimo una delle caratteristiche probabilmente più importanti in assoluto:

Le e-mail di solo testo sono quelle che riescono a passare con più facilità i filtri antispam!

Capisco che adesso la tentazione di passare da subito ad utilizzare e-mail di solo testo sia forte, ma come ogni medaglia ha il suo rovescio, che nel caso specifico è rappresentato dal fatto che essendo una tecnica utilizzata molto spesso proprio dagli spammer, anche i filtri si stanno “adeguando” e hanno alzato il livello di blocco.

Questo significa che se il tuo messaggio è scritto o formattato male, è probabile che venga intercettato come SPAM da molti sistemi, anche se si tratta esclusivamente di righe di testo.

L’argomento non puo’ essere chiarito in poche righe, poichè ampio e complesso, tuttavia posso darti alcuni accorgimenti che certamente riducono MOLTO questo sgradevole (ma presente) rischio, evita l’uso di:

  • Parole come Gratis, Offerta, Sconto, Promozione, Regalo o in generale termini che riconducono a promo, vendite, etc..
  • Parole che richiamino attività illlecite: gioco d’azzardo, sesso etc…
  • Non usare eccessivamente lettere TUTTE MAIUSCOLE, soprattutto nell’oggetto
  • Evita lunghi segni di punteggiatura grafica, ad esempio >>>>>>>>>>>leggi qui<<<<<<<<<<<<<<<< è molto piu’ probabile che venga intercettata come spam rispetto a questa forma >leggi qui

 

Come dico sempre, l’e-mail marketing è composto da moltissimi elementi che vanno mixati insieme con la dovuta cautela e testando progressivamente ogni singolo passo, fino a trovare la soluzione migliore per il nostro approccio personale.

Per questo, ancora oggi, in un mondo sempre più basato sulle immagini la multimedialità avanzata, molti esperti di e-mail marketing continuano ad usare e-mail in formato di testo semplice, il che significa che le due opzioni non si escludono a vicenda, ma che invece possono essere reciprocamente usate in base alle singole esigenze di redazione e di spedizione.

 

Se vuoi continuare con altre letture interessanti…

TRE errori da evitare nell’email marketing

7 modi per integrare Facebook e la tua strategia di Email Marketing

15 esempi di marketing automation che devi conoscere