Parliamo un po’ di privacy.

È un argomento delicato. Tutti sono preoccupati per ciò che le aziende fanno con le loro informazioni, e giustamente. In un periodo in cui puoi fare tutto online – effettuare acquisti, controllare estratti conto bancari, iscriversi a corsi e pagare le tasse – è importante cercare di avere il controllo su tutti i che condividiamo e chi può accedervi.

Ecco perché le ultime notizie sull’accordo UE-USA sulla protezione della privacy sono così importanti.

Che cos’è l’accordo sul “Privacy Shield UE-USA”?

Privacy Shield è un accordo che consente il trasferimento di dati personali dall’UE agli Stati Uniti. Tuttavia, poiché gli Stati Uniti hanno linee guida meno rigorose per la gestione delle informazioni personali, questo accordo è stato recentemente sciolto.

Cosa significa questo per te?

Mentre questa può essere una cattiva notizia per le aziende negli Stati Uniti, gli utenti di Benchmark Email e BenchmarkONE possono sedersi e rilassarsi.

Le Standard Contractual Clauses (SCC) sono condizioni standard accettate da mittenti e destinatari dei dati personali. Servono per proteggere i dati degli utenti che escono dall’UE e sono conformi alle linee guida del GDPR. Lavoriamo secondo le linee guida SCC e GDPR. Rispettiamo le normative UE sulla protezione dei dati e proteggiamo le informazioni dei nostri utenti e dei nostri clienti.

La mancata osservanza di queste regole ha implicazioni legali. Se non sei un utente di Benchmark Email o BenchmarkONE e hai a che fare con dati provenienti dall’UE, dovresti prendere le misure necessarie per assicurarti di soddisfare i requisiti:

  • Rivedi i tuoi contratti per assicurarti che siano conformi al GDPR.
  • Se sei certificato secondo Privacy Shield, verifica come gestirai i dati personali provenienti dell’UE in futuro.
  • Proteggi la trasmissione dei dati con soluzioni alternative come SCC o BCR (Binding Corporate Rules).

Se tutto questo dovesse sembrare molto complicato, vorremmo fornirti alcune risorse utili: