La risposta a questa domanda è una questione di azioni che dicono più delle parole, ma potresti avere dei subscriber che ti dicono, “smettila di mandare così tante email!” È più facile quando te lo dicono, ma non capita spesso. Lo scenario più probabile è che i contatti scontenti nella tua lista clicchino il pulsante per disiscriversi, e tu non sentirai più parlare di loro. Quindi, come fai a saperlo?

Un subscriber che decide di tirarsi fuori dalle tue campagne email non è solamente un’indicazione che stai mandando troppo spesso. Forse il contenuto non li interessa più. Forse stanno solo cercando di ricevere meno email. Oppure, se non hai inviato abbastanza frequentemente, possono proprio essersi dimenticati di essersi iscritti con te.

Capire quanto spesso puoi inviare, e se è diventato troppo spesso, è una questione di prova ed errore. Fa’ un test sulla frequenza dei tuoi invii. Come aumenti la frequenza degli invii, alla fine vedrai un aumento nelle dis-iscrizioni. Sono i tuoi subscriber che ti parlano attraverso le azioni. Fa’ attenzione, e alla fine troverai il punto giusto della frequenza.

Questa, comunque, non è la fine della storia. Ad alcuni subscriber può andar bene di sentire da te più spesso. Ma, quando inizi ad aumentare la frequenza e i subscriber cominciano ad avviarsi verso l’uscita, è possibile acciuffarli mentre si avviano verso la proverbiale porta. Con l’utilizzo di un centro preferenze, quelli che stavano per uscire completamente possono decidere che una volta al mese è una quantità accettabile per ricevere tue notizie. O forse è una volta a trimestre, una volta alla settimana, o qualsiasi altro lasso di tempo che funzioni per te e per i tuoi subscriber. Dare loro la possibilità di stabilire la frequenza degli invii ti salverà alcuni subscriber… e forse ti informerà meglio su quanto spesso dovresti inviare in generale.