In molti sostengono che il Ritorno sull’Investimento previsto nell’email marketing, sia di $40 per $1 speso.

Sebbene io adori queste statistiche, e creda che in molti possano ottenere ancora di più, è importante capire che tipo di promotore sei, prima di fissare delle aspettative. Di seguito sono riportati alcuni esempi relativi a come l’email marketing può essere utilizzato per i tuoi affari, e su cosa concentrarsi quando si vuole incrementare il ROI per il tuo email marketing.

Per le vendite

Quando si tratta di vendite o di ideare email promozionali i numeri sono abbastanza chiari, giusto? A quanto ammonta la differenza tra il costo della creazione e dell’invio dell’email e i guadagni ottenuti? Se si trattasse di un’azienda che promuove offerte giornaliere, allora sì che potrebbe essere così semplice. Tuttavia, quando rigurda le abitudini dei consumatori di oggi, questa visione in bianco e nero ha bisogno di qualche sfumatura di grigio…ma qui non si tratta di nessuna cintura di pelle (a meno che non sia ciò che vendi).

Ecco alcune cose cui prestare attenzione quando si cerca di incrementare il ROI atteso per le tue prossime promozioni:

Stai inviando alle persone giuste? Molte aziende sono prive di segmentazione nelle proprie strategie di email marketing. Se cerchi di inviare a chiunque, i risultati potrebbero scoraggiarti, dal momento che è importante sapere che i tuoi iscritti non sono (ANCORA) tutti clienti. Con questo intendo dire che alcune persone potrebbero non aver bisogno del tuo prodotto in quel momento, o possono aver effettuato l’iscrizione alle tue email solo perchè hai un blog eccezionale e gli piacerebbe ricevere gli aggiornamenti dei tuoi post.

È importante cercare di segmentare i tuoi iscritti in funzione delle loro abitudini e del motivo della loro iscrizione. Ad esempio, sarebbe bene che dividessi in liste separate gli utenti iscritti dal tuo blog e quelli iscritti dalla tua pagina prezzi. Credo che questo sia il primo passo per impostare la tua prossima email promozionale: Segmenta le tue liste. Non si tratta di barare!

Per quanto riguarda gli utenti che non fanno parte della tua categoria di clienti, puoi inviare loro più di una email “di riscaldamento” per indurli ad entrare in quella categoria.

Quali sono gli argomenti di vendita? L’altro giorno parlavo con un amico che aveva dei problemi con un prodotto che stavano cercando di promuovere. Avevano segmentato le loro liste e creato una sequenza di 3 email per promuovere il loro nuovo prodotto. Tutte le email contenevano le stesse informazioni, e conducevano tutte alla stessa pagina. Il problema in questione è la ridondanza.

Se hai intenzione di impostare una sequenza di email, spero davvero tu abbia una ragione per farlo. Le persone ricevono molte email. Inviarne troppe, con le stesse informazioni, sortirà il solo effetto di deludere i tuoi iscritti. Quando si cerca di promuovere un prodotto, se intendi utilizzare una sequenza di email, assicurati di trovare delle valide ragioni per inviarle.

Ti stai concentrando su diversi argomenti di vendita? È il momento di arrivare al nocciolo? Se la prima email non ha dato i risultati sperati, in cosa posso perfezionare la prossima? Questa è anche un’ottima opportunità per conoscere meglio i tuoi iscritti. Avere diversi argomenti di vendita può darti un’idea riguardo a ciò cui sono più interessati i tuoi iscritti. Per esempio: se stai vendendo dei computer, potresti avere 3 diverse email che riguardano Giochi, Scuola o Lavoro. Questo ti aiuterà a segmentare più approfonditamente i tuoi iscritti, in modo tale da incrementare poi, il tuo tasso di coinvolgimento.

Fornisci un processo d’acquisto fluido? È semplice per i tuoi iscritti comprendere ed acquistare il prodotto o il servizio che stai promovendo? Ho visto casi di compagnie con regole complicate o che semplicemente non permettono di acquistare in maniera facile e fluida. Riguardo a quest’ultimo caso, l’errore più comune cui mi capita di assistere, sta in una email che promuove qualcosa, ma la call to action scarica semplicemente l’iscritto sulla home page. È importante utilizzare delle landing page per mantenere il flusso di vendite. L’utilizzo delle landing page ti permette di focalizzarti sull’aspetto promozionale ed ottenere specifici feedback per perfezionare la tua prossima promozione. Se ti limiti a portare gli iscritti sulla tua home page, potrebbero distrarsi in altre aree del sito e scostarsi del tutto dal motivo per il quale vi erano giunti.

Riguardo al fornire facili step da seguire per riscattare la promozione, assicurati di utilizzare i tuoi canali in maniera adeguata. Spesso le compagnie cercano di includere qualsiasi cosa nelle loro email. Ricorda, hai meno di 3 secondi da sfruttare per colpire il cliente con le email. La promozione deve farmi restare A BOCCA APERTA ed indurmi a cliccare la call to action. Una volta riuscito a portarmi sulla landing page, avrai più spazio per spiegarmi gli step da seguire ed i requisiti. Pensa alla tua email come la porta verso la promozione, non come la promozione stessa.

Misurarsi. Qual è l’obiettivo? Per quest’ultimo punto, vorrei ricordare ad ogni promotore di valutare ciò che si fa. È facile perdersi nell’idea di inviare semplicemente email e spingere le persone su landing page. Se i tuoi risultati si concentrano semplicemente sul numero di vendite, non saprai mai perchè le tue vendite fanno su e giù…Se i tuoi sforzi di marketing implicano strategie su più canali, assicurati di prefissarti delle specifiche tappe ed obiettivi generici da raggiungere, che riguardino esclusivamente i tuoi sforzi via email, e, ovviamente, fai lo stesso per tutti gli altri mezzi coinvolti, ma assicurati di tenerli ben separati. Così facendo ti sarà più facile comprendere il vero valore dell’email marketing. Se l’obiettivo non viene raggiunto, le tappe dovrebbero aiutarti a capire come perfezionare la tua prossima campagna.

Punti Salienti? Dividi e Conquista.

Questi sono consigli che ogni promotore può seguire ed integrare nelle proprie strategie. Oggi, i clienti scoprono e si iscrivono a molti dei tuoi canali: Il tuo sito web, le email, i social, ecc. Assicurati di stabilire dei pecorsi chiari per ognuno di essi, valuta gradualmente e resta concentrato! Fare tutto insieme ti manderà solo al manicomio e scoraggerà te e il tuo team.