È un fatto comunemente risaputo che la gente a malapena legge ancora. Se vuoi ottenere l’attenzione di qualcuno, dovrai buttarci dentro delle immagini, avvolgere la cosa in un bel design, o presentare un video. Non c’è competizione su quale di queste forme abbia più potere quando si tratta di aumentare i follower, la conversione, o generare fedeltà al marchio: i video.

Com’era una volta creare i video

Quando debuttai nel marketing, gli smartphone non c’erano nemmeno. I video erano grosse produzioni maldestre che consumavano troppo tempo per eseguirli e rifinirli, e richiedevano delle conoscenze di base sull’illuminazione e la messa in scena. Devi sapere ancora come mettere in scena il tuo prodotto o persona, che è semplice, perché tutto ciò di cui hai bisogno è un’area pulita senza ingombri. Anche se è un posto creativo e celebrato con un sacco di arte (per esempio) o libri, non deve essere ingombro. L’altra questione è l’illuminazione. Assicurati che la luce cada direttamente sul prodotto o la persona. Tuttavia, la maggior parte delle app per editare i video hanno delle funzioni che editano il video facilmente. Inoltre, gli smartphone stessi sono di qualità molto più alta, riprendendo ciò di cui hai bisogno praticamente in maniera perfetta a meno che tu non stia riprendendo al buio.

Il mito prevalente dei video di marketing

La ragione per cui ti dico questo è che la paura della produzione o l’idea che tu abbia bisogno di qualche conoscenza speciale è un atteggiamento mentale debilitante che ti trattiene dal dedicarti ai video. Invece, c’è un’altra cosa che dovresti sfruttare, e questa è il concetto di Facebook Live. Facebook Live è una funzione di ripresa “live” che permette ai tuoi follower di vederti e coinvolgersi con te in tempo reale. La gente vuole vedere il tuo autentico sé. Quindi, afferra il tuo telefonino, impostalo sulla ripresa, ed esplora la roulette di queste idee vincenti.

Azzecca i tuoi video “come…”

La più popolare fra queste è il video “come…”. Questo tipo di video non ha bisogno di un approccio clinico. Non hai bisogno di procedere passo a passo per scomporre un argomento. Infatti, fare ciò è abbastanza noioso e va contro all’idea originaria di essere te stesso, in maniera organica. Quindi, se fornisci istruzioni passo a passo, mantieni un ritmo naturale nel video e mantieni i passi nel limite di tre o quattro punti chiave. Se sei nel settore vendite, un “come…” potrebbe anche essere semplicemente mostrare alla gente come abbinare i prodotti o cambiare le cose.

Se questa è la strada che imbocchi, per favore non trattare la gente come se fosse stupida. La maggior parte di questi video sullo stile mostrano poco rispetto per l’audience aggiungendo musica melensa o mostrano cambiamenti semplicistici in una sola mossa, ma atteggiandosi come se avessero scoperto un nuovo elemento nella tavola periodica.

Tieni onesta la cosa. Magari aggiungi la tua storia di come hai faticato con una transizione, o magari rimescola un po’ la storia. La maggior parte della gente che va in ufficio al lavoro è già in buona parte vestita. Ma che ne dire di coloro che lavorano da casa e non sono abituati ad investire un’ora nel prepararsi come la gente che lavora in ufficio investe regolarmente ogni mattina? Che tipo di video puoi mostrare loro? Che ne dici di un come prepararsi in quindici minuti e mostrare magari 3 o 5 pezzi diversi che possono usare per far sì che ciò accada?

Puoi sempre sfruttare i video “come…” anche se non sei nelle vendite. I video “come..” sono ottimi inizi di conversazione. Possono essere usati per offrire guide che inviano ad una pagina di destinazione, un webinar che entri in un argomento in maggior dettaglio. I “come…” sono anche fantastici per affrontare argomenti difficili che richiedono una conversazione reale con le persone, specialmente dove non c’è sempre un’opportunità pronta per avere tale conversazione. I video “come…” ti permettono di creare una porta d’accesso a quella chiacchierata.

E ancora, un’altra fantastica idea sul “come…” è risolvere un problema, specialmente quando inserisci il tuo marchio o servizi nell’equazione. Puoi fare vedere uno studio su come la tua compagnia ha superato una sfida, all’interno o per la campagna di un cliente, e invece di produrre un infografico complicato o scrivere il tuo studio noioso, puoi semplicemente parlarne. Avrai più occhi puntati su di questo, più gente nel tuo angolo, e sarà più facile da produrre, specialmente se non ti preoccupi di elaborarlo.